TRAPANI SI SGONFIA SUL PIU BELLO E REGALA A BERGAMO IL SUCCESSO 84-90

7501048

Prima sconfitta stagionale in casa per la Pallacanestro Trapani, che alza bandiera bianca dinanzi a Bergamo e ad un Roderick da 40 punti. Tanti punti e ottime percentuali che portano il match su filo di lana fino a 2 minuti dal termine, quando Trapani scompare dalla scena e si concede ai bermaschibermaschi per una amara sconfitta.

2BControl Trapani – Bergamo Basket  84-90 (26-32, 46-52, 73-64)

2B Controllo Trapani: Renzi 14, Articoli 3, Maschi 13, Clarke 18, Mollura 2, Marulli 17, Nwohuocha 4, Ayers 6, Pullazi 7

Bergamo Basket: Casella 4, Roderick 40, Zucca 3, Sergio 6, Benvenuti 2, Zugno 3, Fattori 15, Taylor 17

Sagra di triple nei primi minuti di gara, con Maschi e Clarke che rispondono a Taylor e Roderick per una sequenza di bombe impressionante, che dopo 5 minuti premia Bergamo sul 11-17. Pullazi e Ayers sono i primi a trovare spazio sotto canestro, rintuzzando il margine sul 18-20 a 3 minuti dalla prima sirena. Roderick va presto in doppia cifra, supportato bene anche da Casella e Sergio per un nuovo allungo bergamasco sul 20-29 all’ultimo giro di lancette del quarto. Per completare la sagra dei tiri dalla distanza, il finale ne regala altre 3, con due granata di Renzi e Marulli e quella proprio sulla sirena del solito Roderick, che firma ben 14 punti  già dopo 10 minuti per il 26-32 finale.

Difese allegre e punti a ripetizione anche in avvio di secondo quarto, con ritmi altissimi e percentuali bulgare al tiro. Clarke e Marulli trovano canestri importanti per tentare la rimonta, sollecitata da una buona difesa, che aiuta Trapani a ricucire lo strappo. La tripla di Miaschi a poco più di 4 minuti dal riposo rimette Trapani in scia sul 41-44 e costringe coach Dell’Agnello al timeout. Roderick crea e inventa anche in versione assistman, rifornendo Sergio e Fattori nei momenti più opportuni e ricacciando ogni velleità granata. Renzi prova a fare la voce grossa in area, Clarke ha nelle mani la tripla del pareggio, ma il finale è ancora degli ospiti, che piazzano un paio di zampate chiave fino al 46-52 finale.

Si torna in campo con entrambe le squadre a zona, ma capaci comunque di far male. Trapani si appoggia a Renzi e Miaschi, mentre Bergamo oltre al solito Roderick fa male con i piazzati di Fattori. I granata hanno peró più ritmo e dinamismo e quando gli ospiti tirano un po il fiato arriva la prima rimonta. Renzi e Pullazi confezionano il primo sorpasso sul 62-59  al 26′ grazie a due triple di fila e un 6-0 pesante, che mina le certezze di Bergamo e accendono il Palaconad. I granata alzano la propria intensitá anche a costo di qualche fallo, ma il gioco vale la candela. Clarke, Marulli e Miaschi  accendono le loro polveri e disinnescano quelle di una Bergamo che accusa il primo vero calo del match. Un pesante break di 10-2 spinge i granata fino al massimo vantaggio che chiude il terzo quarto sul 73-64.

L’inerzia gira a favore di Trapani, ma Bergamo è ben lontana dalla resa. In avvio di ultimo quarto un gioco da 3 punti di Casella riporta a -5 gli orobici che quando ritrovano il suo asso USA Roderick, rintuzzano ancora le fila del match e tornano sul -1 78-77 al 34′ per inevitabile timeout di coach Parente. La sfida si infiamma nei minuti finali, con un elastico che resta cortissimo e le giocate dei singoli determinanti. Il solito Roderick impatta a quota  83 a due minuti dalla fine innescando di fatto lo scatto verso il successo. Trapani nel momento chiave infatti s’inceppa, fallisce 3 attacchi di fila e collassa, lasciando via libera agli ospiti, che prima con Taylor e poi con il solito e immenso Roderick mettonono la frima al successo finale per 84-90.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *