BASKET: TRAPANI CERCA IL RILANCIO E OSPITA CASALE NEL TURNO INFRASETTIMANALE

Daniele-Parente

Due sconfitte in serie in terra laziale  per la Pallacanestro Trapani, che stasera dalle 21,  cerca riscatto in casa contro Casale. Se a Latina Renzi e compagni hanno saputo tenere bene il campo, lottando per 40 minuti fino alla fine, domenica scorsa a Rieti i granata hanno tirato il freno a mano alla fine del primo tempo, dissolvendosi come neve al sole nei 2 quarti finali. Un black out preoccupante su cui è tornato anche coach Daniele Parente nella conferenza stampa pre match di stasera contro Casale.

Daniele Parente (coach 2B Control Trapani): “La sconfitta di Rieti non è stata fotocopia di una partita di pre-campionato perché siamo partiti forte ed a tal proposito abbiamo il rammarico di non essere riusciti a chiuderla. Il problema è stato che non siamo rientrati in campo col giusto atteggiamento e non siamo riusciti a reagire al loro break. Anche a Latina abbiamo avuto dei black-out, e la morale è che non possiamo pensare di non rimanere concentrati per 40 minuti. Il campionato è così difficile ed il livello si è talmente alzato da non poterci consentire di sottovalutare nulla e nessuno, a maggior ragione poiché siamo una squadra giovane. Quando si affrontano i turni infrasettimanali il programma cambia ed i nostri allenamenti si sono già concentrati sulla tattica. Sappiamo che dovremmo giocare allo stesso modo sia in casa che in trasferta ma non è facile. Il problema sui rimbalzi si pone laddove ci troveremo contro dei lunghi americani: dovremo compensare con la difesa di squadra. A Rieti, sotto di 15 punti, non ho voluto spremere Clarke, consapevole che avremmo affrontato 3 partiti in 8 giorni. Da qui in poi bisogna migliorare l’atteggiamento difensivo. La partita di domani sarà difficile perché Casale è una squadra di grande solidità, con un gruppo di italiani consolidato che conosce bene il campionato e con 2 stranieri eccelsi, un play di organizzazione ed il 4 più forte del torneo. E’ una squadra con pochi punti di riferimento che si passa bene la palla, noi dovremo essere bravi a tenere sempre la partita sui giusti binari, provare a non farli correre e non perdere la battaglia a rimbalzo.”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *