CATANIA – TRAPANI LE PAGELLE GRANATA

visore_pagelle

Nei voti e nei giudizi di Fabrizio Cultrera la sconfitta del Trapani a Catania 3-1

DINI 5: Questa volta stecca anche lui, sul secondo gol di Marotta è visibilmente impreparato.

SCRUGLI 6,5: Dalle sue parti non si passa facilmente.

MULE’ 5: Il classe 99′ per la prima volta in stagione paga dazio all’età, colpevole anche lui sul gol di Marotta.

PAGLIARULO 5,5: Il capitano si arrangia come può, ma all’inizio della ripresa anche lui non è esente da colpe.

RAMOS 4,5: Errori marchiani fin dall’inizio gara, prima regala la palla Marotta che spara su Dini e sul terzo gol di Lodi, rinvia la palla sulla pancia dI un avversario e il Catania chiude la contesa.

C.FERREIRA 5,5: Suo il primo tiro pericoloso del Trapani, poi si vede pochino.

TOUGORDEAU 6: Sul rigore del Catania è più sfortunato che colpevole, prova fino alla fine a dare una certa geometria alla sua squadra.

CORAPI 6,5: Non molla mai la presa, anche quando tutto sembra perduto. Forse se lo tirava lui il rigore ora parleremo di altro.

TULLI 6: Gioca un buon primo tempo e si procura anche il rigore, Italiano lo sacrifica per aumentare il peso in attacco.

GOLFO 6,5: Trova un gol di pregevole fattura, ma serve solo per le statistiche.

EVACUO 4: Partita nefasta, se nel primo tempo il Trapani non sblocca la partita lo deve all’attaccante napoletano, sbaglia prima un appoggio a portiere battuto e poi stampa sulla traversa il rigore che poteva aprire orizzonti bellissimi. Sciagurato.

NZOLA 6: Entra bene nella contesa, forse meritava la maglia da titolare.

TOSCANO 6: Anche il trapanese non sfigura nei minuti concessi da Italiano.

DAMBROS S.V.

ITALIANO 6,5: Il primo tempo del Trapani al Massimino sono da grandissima squadra, ma Evacuo e compagni non certificano la netta supremazia. I primi 15 minuti della ripresa invece si è vista una squadra completamente stordita e purtroppo con certe squadre non te lo puoi permettere. Comunque siamo fiduciosi e sabato al Provinciale contro il Rieti bisogna riprendere la marcia.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *