TRAPANI BUONA LA PRIMA. UN SUPER RENZI ABBATTE ROMA 84-73

 

1494056919-0-basket-al-pala-conad-trapani-cede-a-treviso-72-a-80-ed-e-fuori-dai-playoff

Esordio vincente per la Pallacanestro Trapani alla prima giornata del campionato di A2, che in casa strappa il successo sulla Leonis Roma 84-73. Squadre ancora in rodaggio e tanti errori, per un testa a testa che nei due minuti finali viene spezzato da un Renzi decisivo, capace di trascinare i suoi al successo con ben 32 punti.

2B Control Trapani – EuroBasket Roma 84-73 ( 21-28,39-41,53-55)

2B Controllo Trapani: Renzi 32, Miaschi 2, Clarke 21, Marulli 9, Ayers 13, Pullazzi 7

Eurobasket Roma: Fall 11, Zeisloft 13, Infante 1, Loschi 8, Amici 6, Piazza 10, Hollis 24

Il buon inizio di Roma porta intensità e punti per i capitolini, che di fatto nei primi minuti mandano a referto tutto il quintetto iniziale, con Hollis capace di metterne 8 nei primi 5 giri di lancette. Trapani, dopo un attimo di ambientamento alla nuova stagione, accende le sue bocche da fuoco dalla distanza, caricando punti nelle mani di Ayers, Marulli e soprattutto Clarke per il 13-16 del 5′ minuto. La banda di coach Corbani tiene peró alto il ritmo, rende i granata precipitosi e con Piazza e la tripla di Fall, Roma trova il primo vero allungo sul 16-23 a 120 secondi dalla prima sirena. Inerzia tutta romana nel finale di tempo, in cui Hollis e Loschi approfittano di una Trapani sterile allargando la forbice per la prima volta sul +10, 18-28 a 4 secondi dalla fine. Tocca alla solita tripla di Clarke togliere le castagne dal fuoco dopo il primo quarto, (11pt per lui),chiuso 21-28.

Nel secondo quarto Trapani prova a cambiare marcia, il dinamismo dei giovani Miaschi e Mollura e la miglior tenuta in difesa tengono finalmente Roma lontano dal canestro, che incassa solo 3 punti nei primi 6 minuti, lasciando ad Ayers e Renzi la forza di sfondare il muro capitolino e ritrovando la parità a quota 31 al minuto 15. La partita gira e regala ai padroni di casa anche un +4 per un time out obbligato in casa EuroBasket. Break terapeutico per gli ospiti, sopratutto per Hollis che torna caldissimo da ogni parte del campo, rilanciando i suoi nuovamente avanti negli ultimi minuti del quarto, restando avanti fino alla pausa lunga sul 39-41

Gli appoggi comodi di Renzi e Clarke al ritorno in campo rilanciano i locali per un match, che tra diversi errori e poche giocate di qualita, resta sui binari paralleli e in equilibrio sul 48 pari al 25′. Nelle difficoltà Clark la sua tripla la piazza sempre,  rimettendo i suoi avanti di tre a poco più di 4 minuti dal termine. Nella pochezza di gioco e di punti si arriva agli ultimi 2 minuti del parziale sul 51 pari con nessuna delle due squadre capace di piazzare stoccate decisive,  galleggiando in un lungo limbo grigio che porta tutti alla terza sirena sul 53-55

Tra le poche idee eterno Renzi raccoglie energie e sopratutto punti importanti dalla spazzatura per il 61-59 pari al 33′. Nel momento in cui Roma richiama Hollis in panca Il capitano si carica i suoi e tutto il Palaconad sulle spalle riaccendendo anche le mani  Pullazzi e Clark scappando sul 67-59 al minuto 35′. La scossa granata però riaccende anche i motori di Roma, che esce dal letargo tornado a far male dalla distanza con Fall e Zeisloft per il 70-68 al 37′. Tre liberi di Marulli e il tap in di Clark  ridanno fiato e margine ai granata, vanificato immediatamente dalla bomba di Piazza per il 74-71 a due minuti dal termine, quando Renzi decide di prendersi il pallone e la partita. Con uno splendido step back e una bomba del tutto inedita, il capitano sbatte la porta in faccia a Roma, che collassa su se stessa, finendo per alzare bandiera bianca sul 84-73 finale.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *