CALORI: “GRANDE PARTITA PER UNA VITTORIA MERITATA”

alessandro_calori_trapani_getty

Le parole di mister Calori al termine della vittoria sul Catania

“La squadra ha fatto una partita stupenda sotto tanti punti di vista, caratteriale, tattico, di volontà. Abbiamo voluto questa vittoria, l’abbiamo meritata. Nel primo tempo abbiamo creato tante occasioni, concedendo pochissimo al Catania. Nel secondo tempo abbiamo subito qualche tiro ed è stato molto bravo Furlan. E’ stata una vittoria tatticamente meritata. Ci hanno anche applauditi i tifosi del Catania. Questo esempio di sportività vuol dire che qualcosa di buono l’abbiamo fatta. Con i nostri tifosi abbiamo condiviso questa vittoria, che non era assolutamente facile anche a livello emotivo. La squadra si è comportata da squadra matura in tutto quello che ha fatto. Chi è entrato è entrato bene. Secondo me è stata più che una partita da serie C da alta serie B come interpretazione”. Sono queste le parole di mister Alessandro Calori al termine della partita Catania-Trapani, la prima nella sua storia che la squadra granata vince in casa degli etnei.

Calori elogia i suoi ragazzi, che hanno interpretato al meglio quelle che erano state alla vigilia le parole che avevano pronunciato per descrivere cosa fosse necessario per vincere la partita: orgoglio, responsabilità, organizzazione, gioco e spirito di squadra: “Tutti volevano andare in campo, c’era uno spettacolo di quasi ventimila persone. Tutti ci tenevano e questo mi fa capire che questi ragazzi stanno crescendo nella voglia di cercare di fare le cose che dobbiamo fare. Se penso al gol che ci hanno negato contro l’Andria mi fa ancora oggi rabbia: avremmo due punti di differenza rispetto al Lecce e non so come poteva andare. Io ne ho parlato poco, ma mi sono rotto le scatole di fare sempre il silenzioso, perché i campionati sarebbe giusto che si risolvessero con le situazionii reali e non con degli errori che poi ti condizionano il lavoro di una stagione”.

Secondo posto in classifica e ancora due partite da giocare: “Noi dobbiamo cercare di fare più punti possibili, come ho detto già qualche tempo fa bisogna abbassare la testa e pedalare. E poi vediamo cosa succede. Il calcio è strano. E’chiaro che bisogna vincerle entrambe, se non di che parliamo. Ma al di là di questo bisogna pensare e sperare che qualcun altro possa fare un passo falso. Noi bisogna cercare di vincere. Si, siamo un po’ridotti all’osso, ci mancheranno diversi giocatori, però abbiamo dei giovani che mi stanno stupendo, sono cresciuti tanto, avranno la possibilità di mettersi in mostra e magari di proseguire questa nostra cavalcata. Negli altri gironi, sia noi, sia Lecce sia Catania saremmo primi, quindi vuol dire che stiamo facendo un campionato sraordinario. 67 punti sono tanti e ancora mancano due partite. Peccato, ma quello che dico ai ragazzi è crederci sempre, proviamoci, perché in ogni caso ci prepariamo comunque alla coda che dobbiamo avere dopo quindi bisogna arrivare più in alto possibile”.

Infine un commento sul Catania: “E’ una squadra esperta, con giocatori di categoria, abituata a giocare in una piazza importante. Oggi c’era uno spettacolo di ventimila persone, neanche in alcune partite di serie A è così. Se si è abituati a giocare in situazioni così, anche a livello mentale, vuol dire che hai giocatori importanti, quindi ha ancora più valore quello che abbiamo fatto. Dobbiamo cercare di prendere il meglio da queste situazioni ed andare avanti”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *