TRAPANI SUL VELLUTO, RENZI E COMPAGNI ABBATTONO TORTONA 87-74

10691__OE40094_31.jpg

Un ottimo esordio per coach Daniele Parente, che insieme ai suoi ragazzi tira fuori una splendida prestazione e regala alla Pallacanestro Trapani il successo su Tortona per 87-74. Renzo su tutti con i suoi 30 punti.

Pallacanestro Trapani – Bertram Tortona 87-74

Pallacanestro Trapani: Jefferson 23, Bossi 2, Renzo 30, Ganeto 7, Mollura 11, Viglianisi 8, Perry 6,

Bertram Tortona: Stefanelli 8, Alibegovic 8, Sorokas 9, Radonjc 3, Quaglia 10, Gergati 3, Johnson 29, Spanghero 4

Pronti via e subito 0-9 Tortona con tre triple in serie di uno scatenato Johnson in meno di 90 secondi e primo inevitabile timeout del neo coach granata. Trapani ne esce benino, incassa i piazzati di Renzi e Jefferson e la tripla di Ganeto, ma il dinamismo ospite resta superiore. Spanghero e Sorokas fanno male alla difesa di casa per il 9-16 al 5′ minuto. L’ennesima tripla di Johnson porta Tortona alla doppia cifra di vantaggio, ma trapani si aggrappa ad un buon Ganeto e ai primi canestri dei suoi americani per dimezzare il margine sul 18-23 a 1 minuto dalla prima sirena. Negli ultimi 60 secondi Renzi prende il controllo dell’area piemontese e completa un break da 11-0 che riporta Trapani a -1 (22-23), prima della tripla finale di Quaglia sulla sirena che rida ossigeno a Tortona per il 22-26 che chiude la prima frazione.

Sulla scia del primo quarto Renzi tiene a galla i suoi, e in società con Jefferson riporta i granata a -1 al 13′ sul 28-29. Entrambe a zona le due squadre si caricano subito anche di falli e i giri in lunetta iniziano a presentarsi. Il +1 Tortona resta costante anche a metà tempo sul 30-31, con Trapani però più attenta e precisa, incassando dividendi dal buon lavoro in difesa e dalle sportellate di Renzi e Mollura, che a 100 secondi dal riposo lungo firma il primo sorpasso granata con un gioco da tre punti per il 37-35. Tortona accusa il colpo, porta a casa una tripla di Radonjic ma si apre in difesa al dinamismo dei soliti Renzi e Mollura, capaci di portare Trapani alla seconda sirena sul 42-39.

E ancora Renzi il finalizzatore principe degli attacchi granata anche in avvio di terzo periodo, per il +5 locale dopo i primi 120 secondi. Nonostante qualche imprecisione di troppo Tortona ha sempre la cassaforte Johnson a cui attingere per tornare al gancio sul 50-49 al minuto 25′. Da vero padrone dell’area Renzi si erge a protagonista, e quando i suoi compagni stringono le maglie in difesa Trapani prova la prima mini fuga. È il momento migliore per i locali, che con il fallo tecnico proprio di Johnson alimentano speranze positive. Arrivano altri due liberi e soprattutto la bomba di Jefferson che spinge Trapani al massimo vantaggio sui 60-49 al 27′ .Trapani resta attenta ed equilibrata nel finale, risponde colpo su colpo, sa soffrire e alla terza sirena resta ancora sul +11 (67-56).

Due minuti senza segnare agevolano il compito di Trapani in avvio di ultimo quarto. Tortona perde fluidità di gioco e certezze, muovendo il tabellino solo con i liberi di Johnson. La guardia piemontese ne timbra altri 3 poco dopo riportando i piemontesi a -6 al minuto 34′ sul 67-61, ma sará il canto del cigno per i piemontesi. Ci pensa però Mollura a riaccendere le polveri dei granata, che dopo 5 minuti di stallo tornano a far male alla difesa ospite e abbattere ogni velleità ospite. Viglianisi e soprattutto il capitano Renzi sono indomabili per una spallata da 7-0 che lancia Trapani sul 77-63 a meno di 4 minuti dalla fine, tra il tripudio del pubblico di casa. È il colpo del KO per i piemontesi, che finiscono la benzina lasciandosi travolgere dall’energia e il ritmo di Trapani. Perry, Viglianisi e Renzi volano fino al +17 a due minuti dalla fine. Le due bombe di Alibegovic rendono solo meno amara la pillola per Tortona, mentre la festa al Palaconad inizia in anticipo, fino alla sirena finale del 87-74.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *