TRAPANI CADE ANCORA, BIELLA PASSA ALL’OVERTIME 91-93

Pallacanestro-Trapani-800x445

Terza sconfitta di fila per la Pallacantro Trapani, costretta a cedere il passo in casa alla Eurotrend Biella per 91-93 dopo un tempo supplementare. Gara tiratissima e in equilibrio fino alla fine, decisa da un Ferguson sontuoso che nel finale prende per mano Biella e la porta alla vittoria.

Pallacanestro Trapani – Eurotrend Biella (24-24, 44-40,63-63, 81,81)

Pallacanestro Trapani: Jefferson 9,Bossi 7, Renzo 15, Testa 5, Ganeto 13, Mollura 4, Viglinisi 11, Spizzichini 7, Perry 20

Eurotrend Biella: Ferguson 28, Chiara stella 5, Bowers 10, Uglietti 17, Pollone 8, Wheatle 2, Tessitori 21, Sgobba 2

Pronti via 7-0 Biella e mani subito incandescenti per Tessitori e compagni. Renzi rompe il ghiaccio in casa granata, ma Chiarastella affonda nella difesa locale e lascia scappare i suoi sul 2-12 in meno di 3 minuti, per l’immediato timeout trapanese. Le triple di Perry e Ganeto e l’intercetto di Viglianisi certificano l’entrata in campo dei granata, che si svegliano con un contro parziale di 10-2 per riacciuffare la parità a quota 14 dopo 5 minuti molto intensi. Trapani prende quota e fiducia, oltre al primo sorpasso del match alzando il muro in difesa e la fluidità in attacco, con un Renzi sempre a suo agio sotto le plance. Trapani allunga 24-21 nell’ultimo giro di lancette, ma i 3 liberi consecutivi concessi a Ferguson impattano il match a quota 24 dopo il primo parziale.

Quintetto piccolo e giovane in avvio di secondo quarto per Trapani, eccezion fatta per Perry, che firma in proprio il 4-0 in avvio di secondo periodo che riporta avanti i locali. Biella però reagisce e inverte la rotta, trovando in Pollone e Tessitori gli uomini del controsorpasso per il 32-34 al minuto 15. Difese allegre, bonus raggiunto in fretta da entrambe ed  equilibrio costante almeno fino al 35-35 a poco più di due minuti dalla seconda sirena, quando Renzi e Viglianisi si mettono in società per l’allungo granata sul 44-37, prima che la tripla di Ferguson sulla sirena addolcisca la pillola biellese sul definitivo 44-40 che manda tutti al riposo lungo.

Si torna in campo e primi 3 minuti allo specchio per entrambe le squadre con 7 punti a testa e buona circolazione di palla. Accelerata importante per Biella a metà tempo, con più energia e precisione nei canestri Ferguson e Bowers, che riportano i piemontesi nuovamente avanti al 25′ sul 53-55. Doppia difesa a zona e fiammate bilaterali per un testa a testa che regge fino al termine del terzo periodo, alimentato ancora dai due americani ospiti e dalle mani precise di Ganeto e Bossi per i granata, fino all’ennesima parità sul 63-63 che lancia tutti verso l’ultimo periodo.

Ducarello rilancia il quintetto piccolo e tutto italiano in avvio, trainato dal solo Jefferson. Scelta che paga in parte con le giocate eccellenti di Mollura e Bossi, ma di contro arrivano le triple in sicurezza di Tessitori e Pollone per l’ ennesima parità a quota 69 al minuto 34′ . Il clima si fa incandescente, Trapani resta ancora con i suoi piccoli e giovani Italiani, reggendo bene la vena strepitosa di Ferguson, che trascina avanti in suoi 74-76 a poco di tre minuti dal termine. Il coach trapanese rilancia nella mischia il blocco dei suoi big, per un finale all’ultimo respiro. Il tutto fare Ferguson resta la spina più dura per Trapani, che a 120 secondi dal termine si trova palla in mano sul 78-80. Jefferson forza la tripla del sorpasso, e Biella rifiata poco dopo a in lunetta con il fallo su Uglietti, che fa 1 su 2 fissando il punteggio sul 78-81 all’ultimo giro di lancette. Perry accorcia sul -1, e Ferguson si fa rubare palla da Viglianisi che lanciato a canestro si fa stoppare e conquista solo una rimessa. Con 30 secondi sul cronometro sul 80-81 Perry si prende le sue responsabilità e anche  due liberi. Il secondo però viene sputato dal ferro per un supplementare che si concretizza sulla sirena a quota 81 pari.

La palla scotta e ogni possesso diventa decisivo. Renzi fallisce un libero e un sottomano, mentre Biella trova i punti pensanti di Tessitori e del solito Ferguson, per scappare sul +6( 82-88 )a 2 minuti dal termine. La tripla di Ganeto ridà ossigeno al pubblico locale, ma il fallo sul tiro dall’arco del l’inesauribile Ferguson, porta il play biellese a tre liberi trasformati per 85-91 a 90 secondi dalla fine. Fallo su Renzi che ne piazza due dalla lunetta e sul contrattacco Ferguson perde la prima palla della sua  partita, lanciando Viglianisi in contropiede verso  89-91.  A meno di 30 secondi dal termine Ferguson non può esimersi di confezionare da solo il piazzato del nuovo +4  ospite, replicato dal 2/2 dalla lunetta di Jefferson. 91-93 con 18 secondi dalla fine Biella regala ancora una chance a Trapani, quando i passi di Wheatle concedono a Jefferson l’ultimo tiro.  Il play trapanese resta col cerino in mano, forzando alla fine una tripla ad alto rischio sul primo ferro ,che spezza ogni speranza granata e mette il timbro sulla terza sconfitta di fila di Trapani.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *