SERIE D: IL PACECO PRESENTA DI PIEDI E COLACE

Presentazione Di Piedi - Colace 1

Sono stati presentati oggi pomeriggio, nella sala stampa dello Stadio “G.Mancuso” di Paceco, alla presenza del presidente della Polisportiva Paceco 1976 Salvatore Marino, e del direttore sportivo Salvatore Orifici, i due nuovi acquisti della società: l’attaccante Michele Di Piedi ed il centrocampista Hugo Colace.

LE DICHIARAZIONI
Salvatore Marino (Presidente Paceco): “In sintonia col direttore, credo fortemente nella salvezza e lo abbiamo dimostrato arricchendo la rosa di giocatori importanti. Se si presenterà l’occasione di un altro acquisto importante, di sicuro non ci tireremo indietro. Sono sicuro che l’obiettivo salvezza, che per noi equivale a vincere la Champions League, è ancora possibile”.

Salvatore Orifici ( Direttore Sportivo Paceco): “I due nuovi acquisti sono frutto di trattative importanti che testimoniano la volontà chiara della società di tentare il tutto per tutto per cercare di conquistare la salvezza. Presentare oggi due giocatori del calibro di Di Piedi e di Colace è per noi motivo di orgoglio. Avevamo già puntellato la rosa con Tarantino, Moceri, Iuculano e Fofana e con questi due acquisti importanti vogliamo fare il massimo delle nostre possibilità”.

Michele Di Piedi (Attaccante Paceco): “A tanti guardare la classifica del Paceco, potrebbe far paura, ma a me piacciono le sfide. Sono quel tipo di giocatore che ha bisogno di stimoli ed il Paceco è la realtà più congeniale per questo. Ho avuto diverse richieste da squadre che ambiscono ad obiettivi importanti, ma il mio desiderio di riavvicinarmi a casa, insieme ad un progetto convincente, ha fatto il resto. Quello che mi ha convinto nel colloquio con Domenico Cottone dello sponsor President, è stata la voglia di crederci nonostante tutto. La squadra è giovane ma ha talento. Con il mio arrivo e quello di Hugo (Colace) possiamo giocarcela con tutti. Mi spiace aver saltato delle partite per problemi burocratici che hanno ritardato il transfert, ma ora siamo qui e possiamo affrontare le prove che ci porteranno a questo “miracolo sportivo” giocando ogni partita come se fosse una finale. Per raggiungere quest’obiettivo, noi giocatori d’esperienza dobbiamo trasmettere ai giovani il giusto mordente. In tutte le partite che rimangono, dovremo usare la testa, la grinta e la giusta cattiveria agonistica. Domenica contro la Palmese ci saranno delle assenze importanti. Ora tocca ha chi ha giocato meno farsi trovare pronto e dare il proprio contributo. Sono sicuro che ci basti qualche risultato positivo per esaltare il lavoro di tutti e ridare fiducia. Il Paceco non è morto e io e Hugo ne siamo la dimostrazione”.

Hugo Colace (Centrocampista Polisportiva Paceco 1976): “ Da quando sono arrivato, mi sono sentito subito a casa, in un ambiente familiare fatto di ragazzi eccezionali. Quando si è paventata la possibilità di venire al Paceco, forte della mia conoscenza pregressa con Michele, non c’ho pensato due volte e ho sposato in pieno la mission che è la salvezza. Ho giocato in diversi paesi, il calcio è la mia vita, sento la responsabilità ma ho tanta esperienza e sono nelle condizioni di metterla a disposizione del mister e dei miei compagni”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *